Sa Spendula

CANYONING IDEALE PER ESPERTI

CANYONING GIORNALIERO

TEMPO DI PERCORRENZA:

5 ore

INFORMAZIONI:

 Discesa in corda più alta: 25 metri

 Equipaggiamento: fornito da noi

Cosa dovete portare voi: cambio di vestiti e scarpe, scarpe da tennis/running da indossare durante il canyoning (si bagneranno)

 Requisiti: saper nuotare e non soffrire di vertigini

 Costo: con un gruppo minimo di 4 partecipanti 70€ a persona, compreso l'equipaggiamento tecnico 

Con il nome 'Sa Spendula' (toponimo derivante dal latino ex + pendere, ovvero 'burrone') si identificano le cascate situate in agro di Villacidro; queste sono la parte terminante del fiume Coxinas, rio che prende forma e acque dal grande massiccio di LinasParlando di sud-ovest Sardegna, non possiamo che meravigliarci nel trovare una zona così ricca di acqua che ospita, oltre a Sa Spendula, il canyon di Irgas e il più piccolo Murumannu. Normalmente l'acqua non fatica a rimanere sino a Maggio inoltrato perdendo però lo scorrimento da Giugno in poi. Per godere a pieno dell'itinerario è consigliato utilizzare la navetta in mondo da rendere estremamente semplice l'avvicinamento e immediata l'uscita.

ATTACCO E USCITA

Per posizionare la navetta parcheggiamo le prime macchine poco lontano dal centro abitato di Villacidro in prossimità del bar Spendula 2.0 (Google Maps). Il bar, che coincide esattamente con il punto di uscita dal canyon, non è sempre aperto durante il giorno ma solitamente lo è durante la sera. Dal parcheggio imbocchiamo Via Sa Spendula in direzione Villacidro, svoltiamo a destra in Via Pineta e giriamo immediatamente a destra per raggiungere il punto panoramico dei ripetitori (Google Maps). Parcheggiata la macchina seguiamo il largo sentiero che si muove in direzione ovest seguendo una vecchia mulattiera per 700 metri ed intersecando poi per 200 metri un sentierino che ci porta sino al fiume.

PROGRESSIONE

La prima parte del Rio Coxinas è perlopiù orizzontale, caratterizzata da piccoli scivoli e piscine; proprio per questo motivo molti preferisco entrare in forra con un avvicinamento più breve saltando due calate C7 e C5 su piccole cascateLa parte più interessante (dal punto di vista torrentistico) inizia con un tuffo di 3 metri e un piccolo toboga. Da qui si affronta una C4 con cascata che porta nella parte del canyon in cui è necessario uscire dal greto sfruttando per la riva SX orografica. Una volta rientrati nel fiume dobbiamo affrontare le parte più bella della discesa; questa è caratterizzata da un susseguirsi di tre bellissime cascate C15, C10, C25.

La prima calata C15 è su fittoni resinati in riva SX e termina in una grande marmitta allagata che si affaccia su C10 sembre in riva SX. Questa si conclude sempre in una marmitta che da sulla spettacolare calata C25, questa volta in riva DXUna volta terminata la calata seguiamo brevemente il fiume ed in 150 metri raggiungiamo il grande parcheggio del Bar Sa Spendula 2.0 dove abbiamo lasciato le macchine.

 

BUON CANYONING!

Su di noi

Thinking Sardinia è stata fondata da Stefano Meloni, Guida Ambientale Escursionistica e Turistica.

L'associazione è formata da guide professioniste che si sono qualificate nei diversi rami di 'turismo attivo'. Dopo il sito principale di Thinking Sardinia vengono a nascere portali che sviluppano ogni singola specializzazione maturata con l'esperienza. Siamo così in grado di offrirvi una vasta gamma di avventure disseminate in tutto il territorio sardo.

I nostri contatti

 SardiniaTrekking.it

 Olbia, Murta Maria

 Via dei Gelsi

 +39 333.68.98.146

 thinkingsardinia@gmail.com

 Disponibili tutto l'anno